Uno contro l’altro… praticamente amici

Dopo aver ereditato un’industria di carni in scatola, il varesino Franco Colombo si reca a Roma per “ungere” un sottosegretario a proposito di certe licenze. Arrivato nella capitale, fa amicizia con Monnezza, sottoproletario appena uscito di galera: vanno insieme a cena e poi in una casa d’appuntamenti, ma intanto scompare la valigetta con i soldi per il sottosegretario. Monnezza aiuta Colombo e alla fine scopre l’inghippo: ciò gli permetterà di avere i soldi come ricompensa, mentre il “nordista” potrà comunque ottenere le sue licenze.