Non siamo angeli

Stati Uniti, 1935. Ned e Jim evadono e tentano di passare in Canada. In un paesino vicino al confine si travestono da preti, ma sono scambiati per due dotti ecclesiastici dal priore di un convento. I due sono costretti dalle circostanze a stare al gioco e a continuare nella finzione in abito talare. Riescono così bene a diffondere buone parole e azioni esemplari che, nel finale, succede qualcosa di simile a un miracolo.