Il gladiatore di Roma

I Valeri, famiglia di nobili patrizi romani, in disgrazia presso l’imperatore Caracalla, vengono uccisi, i loro beni confiscati e i loro schiavi portati a Minturno e utilizzati per la costruzione di opere pubbliche. Il questore Annio nota, tra questi uomini, Marcus, un individuo dalla forza eccezionale e lo fa trasferire a Roma nella palestra dei suoi gladiatori. Assieme a Marcus viene mandata nella capitale dell’impero anche Nisa, figlia del re di Cilicia. Aiuta i due schiavi, Valerio, scampato per caso all’eccidio della sua famiglia.