Day of the Dead 2 – Contagium

1968. Un ospedale isolato è teatro di un orribile contagio messo in atto da un misterioso gas contenuto in provette di proprietà militare. Chi inala il venefico gas subisce una mutazione che uccide il corpo ma mantiene vivo l’individuo e gli dona una fame di carne umana. L’intervento dell’esercito permette di contenere il contagio, ma una provetta viene portata fuori dall’ospedale e abbandonata nel bosco.
Oggi. Nei pressi dell’ospedale in cui era avvenuto il contagio sorge una comunità di riabilitazione per sociopatici ed emarginati; durante una gita nel bosco, uno dei pazienti della comunità trova un termos contenete la provetta che era andata perduta nel ’68 e la porta con se nell’edificio. Dal momento in cui la provetta verrà aperta, il contagio si diffonderà nuovamente, trasformando gran parte dei pazienti in morti viventi.